Andiamo a percorrere la nostra ultima tappa e giungiamo nella città di  Messina, 

Segnaliamo in basso, le due realtà molto attive in questa città e in tutto il territorio messinese.  E sono:

 

Lo Stretto Digitale (indirizzo: www.lostrettodigitale.org , incontri itineranti )

FabLab Messina ( sede aperta al pubblico  in via S.Paolo dei Disciplinanti 21 )

Andiamo a vedere più nel dettaglio queste realtà  messinesi…

 

Lo Stretto digitale

foto cel Paola 001     

Nasce come gruppo informale di persone che desiderano promuovere la cultura dell’innovazione e supportare attività ed iniziative che interessino l’area dello Stretto di Messina e, più in generale, l’intero bacino del Mediterraneo.

Un gruppo  composto da imprenditori, ricercatori universitari e consulenti, che  vuol creare e fare ecosistema sul territorio dello Stretto di Messina con la particolarità di coinvolgere anche il territorio calabrese e tutti i suoi innovatori, creando sinergia. (… il nome Lo Stretto Digitale è anche per questo, ndr )

Questo gruppo, organizza workshop, seminari e altri eventi (come ad es. gli aperitivi digitali- maggiori info nel loro sito)

e ha organizzato una Summer School, la cui prima edizione è stata dedicata al tema degli Open Data.

E offre -  Un riferimento accreditato per mettere a sistema opportunità, contaminazioni, sinergie.

E’ un business-club/centro di aggregazione, interscambio, formazione, ricerca, incubazione e accelerazione per singoli, realtà culturali, sociali ed educative, imprese. Un punto di incontro tra detentori di idee innovative orientati alla creazione di nuove imprese, mentor, Advisor, enti pubblici e privati che operino in qualità di enti patrocinatori e/o finanziatori.

foto cel Paola 052Offre consulenza, formazione e programmi di incubazione e/o accelerazione specificatamente orientata alla crescita di imprese in fase iniziale, startup e con  problematiche specifiche di sviluppo, marketing, funding. Organizza ed eroga servizi di supporto all’innovazione  quali ad es. mentoring, coaching, advisoring, corsi formativi, workshop e scuola di formazione e progettazione, attività di marketing operativo e divulgazione.

IMG_20150711_163448Tra le attività che svolge punta a promuovere e sviluppare percorsi di educazione non formale, sviluppare un network per il trasferimento tecnologico ed il relativo supporto tecnico, comunicativo, finanziario e legale. 

Il gruppo organizza incontri/eventi per  istituire, sviluppare e realizzare iniziative, ricerche , studi, pubblicazioni, borse di studio, manifestazioni, competizioni, eventi culturali, giornate di studio, incontri, convegni,  seminari, dibattiti pubblici relativi all’innovazione  a beneficio dell’associazione, degli associati o di terzi. Promuove la formazione e l’aggiornamento professionale degli associati e dei terzi sui temi connessi all’innovazione.

Finalità del gruppo è (anche) Sviluppare  consapevolezza, coscienza critica e competenza nelle giovani generazioni,  promuovere la mobilità giovanile in ambito culturale, formativo e lavorativo. Ed  educare alla responsabilità civile ed alla cittadinanza attiva.

Il gruppo  Lo Stretto Digitale cercauno spazio da condividere per poter dar vita ad un coworkingdove far lavorare vari appassionati di ricerca, innovazione, startupper, architetti e tutti coloro che con idee innovative e competenze  puntano allo sviluppo del territorio.  Cerca Persone appassionate di innovazione, persone collaborative, con agilità e skills da poter trasmettere nei corsi di formazione.

Tutte le info su http://www.lostrettodigitale.org/chi-siamo/    e  Altre news anche  su facebook con il  gruppo aperto www.facebook.com/groups/lostrettodigitale/ 

 

FabLab  Messina 

20150512_202709Vorremmo cambiare il mondo Fablab MessinaFablab Messinafoton10FablabMessina

E’ un’associazione culturale no-profit gestita interamente da persone con interessi comuni legati a computer,tecnologia, scienza, arte digitale, elettronica, design. Tra i componenti ci sono artisti, designer, makers.

E offre-  uno spazio Learning Lab: spazio per incontri, conferenze, corsi, cineforum, eventi ludici, dibattiti, mostre, dimostrazioni, presentazioni, esibizioni, uno spazio Laboratory: spazio attrezzato per piccoli lavori in legno, metallo, carta, stoffa, con materiali plastici, lavori di tipo elettrico o elettronico, uno spazio Creative: spazio per lavorare a progetti interni al FabLab o a progetti personali.

Offre l’uso dei macchinari seguendo regolamento interno che disciplina costi e  orari. I macchinari  si possono usare solo spendendo dei crediti che vengono dati con il tesseramento o vengono comprati o guadagnati partecipando ed aiutando ad organizzare le attività, oppure contribuendo al funzionamento quotidiano di FabLab Messina. Fornisce ai creativi, alle scuole, alle imprese e a tutti i cittadini le macchine e l’attrezzatura necessaria per dar corpo alle proprie idee, permettendo a ogni utente di sviluppare una cultura del fare e di acquisire le competenze necessarie per trasformare le proprie idee in prototipi e prodotti.

Il FabLab  punta al rilancio dell’handmade e del made in Sicily attraverso corsi di formazione, workshop formativi rivolti a professionisti che vogliono approfondire le tecnologie digitali, workshop per hobbisti e appassionati studiati per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo open source, workshop creativi, workshop DIY 2.0, laboratori, vendita al dettaglio di oggetti realizzati tramite stampante 3D e prototipazione rapida.

Punta ad essere un posto di riferimento per i designers (e non solo) che utilizzeranno la rivoluzionaria tecnica della stampa 3D  e  vuole accorciare fino al chilometro zero la distanza fra inventore e imprenditore, questo significa vicinanza con l’utilizzo di materiali ecologici, riciclo e personalizzazione degli oggetti azzerando completamente la filiera della grande distribuzione.

Cercapersone con competenze e voglia di condividerle, nuovi soci

Per tutte le info qui  http://www.fablabmessina.it/events/

"Vorremmo Cambiare il Mondo, peccato non sia Open Source " (…e  questa parete – al FablabMe-  è Top!)

 

Infine  piace aggiungere a questa lista, un es. anche se non messinese, la Startup Super School idea che a Sicilianonsolomare è piaciuta tantissimo perché per fare innovazione è importante anche il contesto, occorre (ri)pensare in modo innovativo l’ambiente scolastico, perchè s’impara (meglio)anche divertendosi.

La  Startup Super School è nata dall’idea di un ragazzo poco più che ventenne, Andrea Giarrizzo,che vive a Valguarnera Caropepe (Enna). Idea maturata dalla nostalgia della vita da studente(di scuola superiore) unita alla forte passione verso l’innovazione e all’intento di portare la cultura dell’imprenditoria nelle scuole superiori.

E con il format  Startup Super School composto da due momentiil primo prevede la formazione(e l’informazione) di una durata di 2/3 ore, si avvicina ai giovani e ai professori spiegando come si fa una startup e cosa è; il secondo momento di una durata di circa 5/6 ore vede i ragazzi impegnati a fare una simulazione, attraverso una presentazione “un pitch” davanti a dei giudici esperti in materia ( e altri formatori) per far conoscere il loro progetto d’impresa.
Questo format, è stato testato quest’anno partendo da piazza Armerina, all’I.T.I. Ettore Majorana.
La mission era arrivare a piazza Armerina e fare innamorare i giovani a questo mondo, la nota positiva è stata quella di trovare alcuni professori che già conoscevano gli argomenti e altri invece hanno imparato cosa è una startup e come si fa.
In questa occasione i ragazzi dell’istituto Majorana hanno conosciuto anche le realtà catanesi attraverso i ragazzi di Working Capital e Youthub Catania (YHC).   Utile info- Il format Startup Super School è aperto anche ad altre scuole. 

N.B. Ai lettori di Sicilianonsolomare ricordo che se vogliono fare questo tour alternativo/innovativo sia in mia compagnia o anche da soli, per conoscere gli operatori dell’innovazione e vedere dove e come lavorano, possono scrivere qui, a Sicilianonsolomare, per qualsiasi informazione  … e ai makers siciliani, se vogliono inserire anche altri nomi e allungare l’elenco, scrivetemi per le informazioni che avete su chi e come opera sul territorio  e poi Sicilianonsolomare cercherà notizie per capire anche cosa cercano e cosa offrono sul territorio siciliano.

Non pretendiamo che le cose cambino, se facciamo sempre la stessa cosa.” A. Einstein    *(la foto “Vorremmo Cambiare il Mondo, peccato non sia Open Source.” è fatta nella sede del FabLab Messina )